domenica 20 aprile 2014

Buona Pasqua !! ...e torta di carote / Happy Easter !!... and carrot cake




In previsione di Pasqua quest'anno ho realizzato un nuovo tutorial per la rivista Cake Design, per il numero Speciale Pasqua. Dopo l'uovo casettina con una piccola gallina con i suoi pulcini, questa anno voleva fare di nuovo un coniglio. Devo dire che è il soggetto che preferisco...



Tutto sommato è un soggetto molto facile da realizzare, la difficoltà era di riuscire a fare qualcosa di nuovo, o al quanto meno, non banale!

Non volevo realizzare una torta a piani, avevo poco tempo per fare il tutorial e doveva essere una torta veloce/facile. A prima vista forse non lo sembra, ma lo tecnicamente lo è. L'originalità credo, è stata la trovata della torta di carote !! Cerchiano tutta la torta, formando un mazzo, in tema con il coniglio, mai fatto che io sappia. Poi l'abbinamento dei colori e l'insieme dei dettagli hanno fatto il resto.



La torta ha avuto un certo successo, è stata inserita tra l'altro nel Top Easter Bunny Cake su Cake Central.


La torta essendo stata realizzata per una rivista era finta, ma se fosse stata vero a credo l'ideale sarebbe stato fare ovviamente la torta di carote! Io di solito faccio questa ricetta:


Carrot Cake 

(torta di 20 cm o 20 cupcakes)

Ingredienti
  • 260 gr di farina
  • 200 gr di zucchero
  • 4 uova grandi
  • 240 ml di olio di semi
  • 200 gr di carote grattugiate finemente
  • 100-120 gr di mele grattugiate (2 mele grosse)
  • 100 gr di uva passa
  • 50 gr di noce di pecan (o noce classiche)
  • un pizzico di sale
  • 1,5  cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1,5  cucchiaino di cannella 


Procedimento  
  • Scaldate il forno a 180°C.
  • In una ciotola mescolate insieme gli elementi secchi: farina, bicarbonato, sale e cannella.
  • In un altra ciotola mescolate insieme le uova, lo zucchero e l'olio. L'impasto si deve addensare.
  • Versate nella ciotola delle uova il contenuto della ciotola con la farina. Incorporate bene il tutto.
  • Versare allora nella ciotola le carote e mele grattugiate, le noci tagliate a pezzetti e l'uva passa. Mescolate.
  • Versate l'impasto nella teglia imburrata e infarinata.
  • Infornate per circa 35 minuti.

Per farcire la carrot cake, tradizionalmente si abbina la Cream Cheese Frosting :
  • 110 gr burro morbido
  • 225 gr formaggio Philadelfia
  • 200-300 gr zucchero a velo
  • alcune gocce di estratto di vaniglia

Procedimento
  • In una ciotola sbattete insieme, con le fruste elettriche, 110 gr di burro a temperatura ambiente e 225 gr di formaggio Philadelfia fino ad ottenere il crema morbida. 
  • Aggiungete poco a poco fra 200 e 300 gr di zucchero a velo (a secondo del vostro gusto), e alcune gocce di estratto di vaniglia.
  • Farcite la torta.

***

Un'altra valida alternativa, molto d'effetto sarebbe di fare una torta "decorata dentro" che riproducesse delle carote nell'impasto. La mia cara e bravissima collega sudafricana Terry è un'esperta, e vi consiglio vivamente sua pagina (e shop) su Facebook CakesandCookies Cupcakes Wrappers. 
Questa torta sua sarebbe ideale. 



Potete trovare i dettagli del mio tutorial sulla rivista Cake Design, Pasqua (n.18, aprile 2014).



*  Buona Pasqua a tutti  *


Cécile

mercoledì 8 maggio 2013

La tarte au Fromage Blanc (torta al formaggio bianco) della mia infanzia


Questo week end mi è venuta voglia della Tarte au Fromage Blanc (la Bruxelloise) che compravamo spesso nella boulangerie (pasticceria) vicino a casa quando ero ragazza. Come indica suo nome è di origine belga, ma si fa anche nel Nord e l'Est della Francia. Rispetto alla Cheese Cake anglosassone che conosco, ha una consistenza un poco più leggera per via degli albumi a neve, ma i sapori sono molto simili.

Non avevo la ricetta, cosi ho cercato su internet e ho trovato il blog Il cavoletto di Bruxelles, di Sigrid Verbert, bravissima foodblogger belga che vive in Italia, nonché autrice di diversi libri di ricette. Trovate qui la sua ricetta. 

L’elemento fondamentale di questa ricetta è il fromage blanc (a volte chiamato fromage frais) cioè un formaggio freschissimo ottenuto subito dopo la cagliata del latte. Purtroppo in Italia non è facilmente reperibile, a volte negli ipermercati si trova con il nome di Quark. Di solito lo prendo a Auchan, ma questa volta non avevo il tempo di andarci, quindi ho dovuto cercare un'alternativa. Rispetto alla ricotta che volendo si potrebbe utilizzare, ha in più un sapore acidulato che è fondamentale per ottenere una torta saporita. Alla fine ho trovato un grosso baratolo (500 gr) che assomigliava a quelli del fromage blanc, si trattava di yogurt greco, a 0% (non ho trovato quello normale !!). Non avevo idea ne del sapore ne della consistenza. Quando l’ho aperto, era quasi identico al fromage blanc solo leggermente più denso e cremoso (il fromage blanc ha la consistenza d'uno yogurt denso), e cosa importante, era acidulato: era fatta! 
                                        

Ma essendo a 0% temevo che potesse compromettere la ricetta, cosi ho sostituito 125 gr con formaggio Philadelfia (che si uso di solito per la cheese cake), per incorporare un poco dei grassi assenti nel yogurt greco a 0%. 

Devo dire che sono molto felice del risultato finale, il sapore corrisponde proprio a quello che ricordavo, anche se per fare una ricetta franco-belga ho dovuto utilizzare formaggio greco e americano ;-)  !!

Ripensandoci ora credo che se avesse sostituito i 500 gr di fromage blanc della ricetta originale per 500 gr di formaggio greco, anche a 0%, avrebbe funzionato lo stesso. Comunque sia, ecco a voi la ricetta.


Tarte au fromage blanc

Per una tortiera di 24 cm

Per la pate brisée:
250 gr farina
125 gr burro
30 gr zucchero
poco latte
estratto di vaniglia alcune gocce
un pizzico di sale

Per la crema di formaggio fresco:
3 uova (dividere tuorli e albumi)
350 gr di yogurt greco
125 gr di formaggio Philadelfia (oppure come nella ricetta originale 500 gr di fromage blanc)
40 gr fecola di mais
100 gr di zucchero
alcune gocce di estratto di vaniglia

Per la pasta brisée:

  • Mescolare farina, zucchero, sale e vaniglia.
  • Sbriciolate il burro un poco morbido tagliato a pezzettini nel composto di farina fino a ottenere delle briciole fini.
  • Aggiungete poco latte, il tanto necessario per poter amalgamare il tutto in una palla. Avvolgere con della pellicola. Mettere in frigo per almeno 30 minuti.
  • In seguito, stendere la pasta brisée con un mattarello e foderare una teglia a bordi alti  di 24 cm di diametro leggermente imburrata. Bucherellare il fondo della pasta e tenerla in frigo.

Per la crema di fromage blanc :
  • Sbattere insieme il formaggio greco il Philadelfia e i tre tuorli d'uovo.
  • Aggiungere lo zucchero, la fecola di mais e l'estratto di vaniglia



  • Montare gli albumi a neve e incorporarli delicatamente al composto di formaggio.
  • Versare l’impasto nella teglia foderata di pâte brisée, e infornare il tutto a 200°C per circa 40 minuti. La torta sarà cotta quando la superficie avrà acquisito il suo tipico colore scuro e che il ripieno si sarà rassodato.
  • Una volta cotta, lasciare riposare per 5 minuti. Poi capovolgere la torta su una griglia circolare per dolci, lasciar raffreddare in questo modo per dieci minuti (permette di mantenere il volume del ripieno e lascia il tipico disegno della grata stampato sulla superficie), poi rigirare e lasciar raffreddare del tutto nella teglia. Servire freddo, da solo o con un coulis di frutta.


Il risultato finale di questa torta mi è piaciuto tantissimo sopratutto l'impasto al formaggio. Devo dire che però la pâte brisée sotto (che conteneva poco più dei 40 gr di zucchero previsti) attenuava in parte il sapore della parte superiore. 

Spero piacerà anche a voi. Provate e lasciatemi i vostri commenti :-))


Bon appétit!!

Cécile



giovedì 2 maggio 2013

La mia torta pasquale prima classificata nella concorso Easter Cakes sur CakesDecor

A  marzo, è uscita in edicola la mia torta Casetta Uovo di Pasqua creata per la rivista Cucina Chic Cake Design (n°16, marzo 2013). 
Devo dire che sono molto soddisfatta del risultato finale. Ho combinato diversi elementi che mi piacciono tanto:  i colori accessi, una casetta degli uccelli, i decori tipici di Pasqua. Avevo già da un anno l'idea di utilizzare un'alzatina di vetro per rendere l'idea della casetta degli uccelli come sospesa per aria e infine ho potuto realizzarla.


In più alla soddisfazione di aver creato una torta innovativa per me, oggi lo staff del sito (o meglio community) CakesDecor, mi ha comunicato che ho vinto il Primo Premio. Che emozione!!

Per chi non conosce CakesDecor, è un social network di cake design australiano, davvero ottimo come l'americano Cake Central. Ci trovate tutorials, ricette ecc... e soprattutto una concentrazione di excellenti cake designers internazionali. Molte italiane ci sono iscritte. 

Vi lascio vedere altri particolari di questa torta.
 













lunedì 14 gennaio 2013

Andiamo al SIGEP (19-23 gennaio) ?


Fra qualche giorno andrò al SIGEP di Rimini (si terrà dal 19 al 23 gennaio), il più importante evento dedicato alla pasticceria, gelateria e panificazione d'Italia. Per me sarà la prima volta, anche se è da tanto tempo che penso di andarci. Sono molto curiosa di vedere com'è, di acquistare nuovi strumenti, materiale per decorare le torte e di ritrovare tanti colleghi e amici. 

Quest'anno, come l'anno scorso un settore del SIGEP, un forum per l'esatezza sarà dedicato al Cake Design nel padiglione D3 (qui trovate maggior informazioni). Oltre ai worshop programmati dai i diversi stand, ci sarà anche la seconda edizione del concorso web (una prima selezione è fatta tramite giuria popolare e giuria professionale su Facebook) di torte per bambini. L'ultima fase del concorso si svolgerà al SIGEP dove saranno in esposizione le 20 torte dei finalisti. I 20 artisti selezionati mostreranno la propria tecnica durante l'evento, riproducendo una piccola versione dell'opera proposta.

Personalmente non so quanto sia une vero riconoscimento vince tale gara. I più noti cake designer non ci participano, nella giuria una sola persona è cake designer ma finora non ha mai lavorato con torte vere... Insomma, mi lascia qualche perplessità. Molti di noi si chiedono se vale proprio la pena iscriversi. Il riconoscimento arrivà ancora tramite altri canali e il più potente e incontestato rimane il NEC di Birmingham.

Per quanto mi riguarda, Sabato e Domenica sarò presente allo stand della rivista Cake Design dove svolgerò delle dimostrazioni gratuite con i seguenti temi e orari :

  • sabato 19, workshop ore 14.30-17.30 (con una pausa dalle ore 16 alle 16.30):

Dimostrazione pratica di modelling "Bebe in un vaso di fiori in stile Anne Geddes" (la foto qui sotto è solo indicativa della tipologia della dimostrazione che intendo fare)

(foto fonte)  

  • domenica 20, workshop ore 10.30-12.00 :Dimostrazione pratica di modelling: Dragò

Ore 12-12.30 : "Cake Time", intervista e dolce incontro con i lettori intorno a un caffè.
Spero di incontrarvi numerosi !!

A presto. Cécile






domenica 30 dicembre 2012

Buone Feste da Cécile / Happy holidays from Cécile


Vi auguro a tutti di trascorrere felice feste di Natale e un felice Anno nuovo. Bonne Année à tous!!
Potete trovare su Cake, il blog del Corriere della Serra, il tutorial di questa torta.


domenica 9 dicembre 2012

Alcune idee regalo per Cake Lovers: acessori per o con cakes and cupcakes

In questo periodo pre-natalizio, più che al solito navigo su internet dove si trovano tante idee belle e simpatiche per fare o farsi un regalo di Natale. 
La mia preferenza va subito alle alzate, ne ho già una ventina, ma non importa, le adoro e alcune forme e colori mi mancano ancora...Il problema è che in Italia non se ne trovano facilmente. Per lo più le trovate per un colpo di fortuna nelle boutique che vendono articoli per la tavola o in alcuni grandi negozi (spesso da Coin, da Sia e da Maison du Monde). 
Sul web, ci sono davvero pochi siti italiani che ne propongono. Quello più fornito è Decochic che vende molti articoli per la casa di aziende sopratutto svedese e olandesi. Fra le diverse alzate del sito le mie preferite sono queste:
 1.Alzata Rosanna Bon Bon tonda bianca (diam. 27 cm alta 20 cm) 65€ 2.Mini alzata per cupcakes Rosanna verde (diam. 10 cm, alta 5 cm) 13,50€  3.Alzata Ib Laursen, color crema, bianca, azzurro, rossa (diam. 24 cm alta 14 cm) 24,90€ 4.Alzata Rosanna Bon Bon quadrata bianca (diam.26 cm alta 18 cm) 75€.

Ovviamente se andiamo a vedere le alzate su siti americani e inglesi, la scelta è infinita! Il problema è piuttosto il costo del trasporto che può raggiungere, per gli Stati Uniti a secondo delle aziende, anche 100€ a cui bisognerà aggiungere le spese doganali.
Comunque le alzate della collezione creata da Martha Stewart sono davvero elegantissime! Da Macy's Pierced edge Martha Stewart's Cake Stand e Martha Stewart cake stand.

Poi ci sono tutta una serie di bellissime alzate artigianali. Le più maestose e grandi sono quelle per torte matrimoniali di Clara French, a sinistra, Clara French cake stand. Su Etsy, a destra, alzata in ceramica di Vesselandwares.

Per i cupcakes mi sono piaciute tanto quella di Cath Kidston (1) e quelle del sito inglese  Cake Stand Heaven (2). Su quest'ultimo potete trovare tante alzatine fatte con dei piatti che potete scegliere voi. Per questa alzata, sono state usate dei piatti di Pip Studio.

Volete regalarvi degli accessori da cucina a tema cupcakes? 
Il regalo/gadget del momento è sicuramente una di queste macchine, piastre per fare mini cupcakes, cake pops e mini ciambelle, oltre alle solite macchine per fare le cialde, le gauffres come le chiamiamo in Francia. Si trovano su moltissimi siti di materiale per torte, anche su amazon.it ecc... Non occorre utilizzare una ricette particolare, quelle che fate solitamente vanno benissimo. Per i cupcakes potete mettere i pirottini direttamente nel cupcake maker, e 5 a 8 minuti dopo (a secondo delle marche) i vostri cupcakes sono cotti.
1. Da Italiancupcakes.it, cake pops maker, 40 
2. Macchina Cupcake maker da Decochic.it40 
Si possono trovare sul web anche a prezzi più economici (sui 20€), ma di colore bianco.

Ma se fate i cupcakes tradizionalmente, sono molto comodi questi due accessori per distribuire l'impasto nei pirottini e farcire i cupcakes. Su Amazon.co.uk, Eddington cupcake plunger (1) circa 3£, e Eddington batter cupcake dispenser (2), circa 10£.


Mi piacciono anche tanto questi stampi in silicone a forma di tazza per cuocerli, su emad-store.com confezione di 4 stampi,19€ (1) e da Cucinaincasa.com e lineacarta.net, il set di due stampi rosa,17.50€ (2).

Per fare le vostre ricette anglosassone preferite con misurini (spoons o cups) appositi.
1.della marca Kitchen Craft 2. shopruche.com, 20$ 3.su Amazon.co.uk, 2.50£ 

Ideale per il teatime!!
1. Il bollitore cupcakes da Italiancupcakes, 50
2. Mug cupcake, personalizzabile su Zazzle.co.uk, 17,70 £

Infine per noi che siamo ormai tutte tecnologiche, non mancano gli accessori per Iphone, Ipad o Tablet e anche Kindle  con decorazioni a tema cupcake, dolci o floreali. Fra le tante possibilità che ci sono proposte, ecco alcune che mi sonio piaciute:
1. su Behance.net, 35$
2. Su onecase.co.uk tantissimi iphone cases e ipad cases, circa 20£
3.Su Etsy, negozio WrapAll, 16.50$ 
4. Su Etsy, negozio Cudage Case, 17 $
  
Per l'ipad o il tablet
1.Zazzle.co.uk, Cupcake Ipad case, circa 42
2.Laptop e ipad skin cupcake Behance.net, 25$
3.Zazzle.co.uk, Keep calm and eat cupcakes Ipad cases, circa 42
4.Zazzle.co.uk, Cupcake with Bling Ipad cases, circa 42
Spero vi sia stato d'ispirazione e a presto!

lunedì 12 novembre 2012

Cupcakes al cioccolato e burro d'arachidi


Navigando su internet, ho trovato questa ricetta di cupcakes al cioccolato con burro d’arachidi.  Ero curiosa di assaggiarli, il burro d’arachidi mi è sempre piaciuto ma avevo dei dubbi sul risultato finale a causa del suo gusto salato… quindi da esperimentare! Dopo suggerimenti di una carissima amica, mi sono messa all'opera. Il risultato era divino!! Soffice, cremoso, e la buttercream non aveva per niente un retrogusto salato che temevo.
Per quanto riguarda il burro d'arachidi, si può benissimo fare in casa con un buon frullatore. Trovate qui una delle tante ricette del web:
Io ho semplicemente utilizzato il burro d'arachidi del supermercato.

Questa ricetta che ho fatta pero è ispirata a i famosi Chocolate-Covered Hi-Hats Cupcakes che ho esperimento per primo. L'unica differenza fra le due ricette, è che negli Hi-Hats c'è il chocolate coating sopra la buttercream. Ma a mangiarli li ho trovati un poco difficile da digerire. Quindi dopo ho fatto una versione ottima: minicupcakes e senza il chocolate coating. E' meno scenografica, ma lo stomaco ringrazia! Liberi a chi vuole di fare la versione con o senza quest'ultimo.


Per 20 cupcakes o 40 mini cupcakes

Per i cupcakes al Cioccolato
Ingredienti :
230 gr di farina
70 gr di cacao
1 ½  teaspoon di bicarbonato di sodio (circa 10 gr)
1 pizzico di sale
295 gr di zucchero
250 ml di kefir (latticello)
110 gr di olio di semi
2 uova grandi
Semi di mezza baca di vaniglia

Per la  buttercream di burro d’arachidi
Ingredienti :
albume di 2 uova grandi
115 gr di zucchero
un pizzico di sale
170 gr di burro ammorbidito
300 gr di burro d’arachidi
Estratto di vaniglia

Per il cioccolate coating

Ingredienti :
230 gr di cioccolato fondente di ottima qualità (importante perché si sente molto la qualità del cioccolato usato)
1 ½  teaspoon di olio di semi

Procedimento 
I cupcakes
1/ Accendere il forno a 180° C
2/ In una grande ciotola mescolare assieme tutti gli ingredienti secchi della ricetta: farina, cacao, bicarbonato di sodio, sale.
3/ In un'altra ciotola, mescolare assieme lo zucchero, il kefir, l’olio si semi, le uova e la vaniglia , finché si ottiene un composto omogeneo e leggero.
4/ Unire il contenuto delle due ciotole. Mescolare bene.

5/ Versare l’impasto nei pirotini e infornare 25 minuti per i cupcakes classici, oppure circa 10-15 minuti per i minicupcakes. Lasciarli raffreddare su una griglia.


Mentre i cupcakes raffredono, prepariamo la buttercream di burro d’arachidi.
1/ In una ciotola, versare lo zucchero, gli albumi delle uova, il sale e mescolare con una frusta finché il composto diventa omogeneo.
2/ A bagno-maria continuare a mescolare finché il composto raggiunge la temperatura di 70°C.
3/ Versare subito il composto nella ciotola dell’impastatrice e mescolare a velocità media con il gancio finché abbia raggiunta la consistenza della schiuma da barba. Lasciare raffreddare.
4/ A velocità media aggiungeteci poco a poco il burro morbido a pezzettini.
5/ Quando il composto è omogeneo e cremoso, aggiungete il burro d’arachidi e la vaniglia. Mescolare fino ad avere un composto cremoso.

6/ Mettere la buttercream in una sac a poche e fate i ciuffi sui cupcakes ormai freddi. 

Et voilà! Per i cupcakes senza chocolate coating.

Se volete fare la versione con il chocolate coating degli Chocolate Covered Hi-Hat Cupcakes: 
1/ Fare un frosting con il ciuffo circolare (bocchetta tonda liscia) sui cupcakes e metterli finché la buttercream sarà completamente rassodata, circa 1 ora.
2/ Quando i cupcakes sono pronti, preparate il chocolate coating. Fare sciogliere a bagno-maria il cioccolato con l’olio. Quando è pronto versare il composto in una ciotola larga.


3/ Tenendo il cupcakes dalla base immergete delicatamente la parte coperta di cream al burro nel melange cioccolato-olio. Fate sgocciolare l’eccesso e lasciate asciugare per alcuni minuti su una griglia prima di servire.  
N.B.  I cupcakes si congelano perfettamente già coperti di buttercream. Per scongelarli basta metterli il giorno prima in frigo. Se avete un bisogno urgente delle vostra dosi di dolce con il caffè (è il mio caso!), per scongelarlo bastano 5-10 secondi al microonde.



Bon Apétit!