mercoledì 8 maggio 2013

La tarte au Fromage Blanc (torta al formaggio bianco) della mia infanzia


Questo week end mi è venuta voglia della Tarte au Fromage Blanc (la Bruxelloise) che compravamo spesso nella boulangerie (pasticceria) vicino a casa quando ero ragazza. Come indica suo nome è di origine belga, ma si fa anche nel Nord e l'Est della Francia. Rispetto alla Cheese Cake anglosassone che conosco, ha una consistenza un poco più leggera per via degli albumi a neve, ma i sapori sono molto simili.

Non avevo la ricetta, cosi ho cercato su internet e ho trovato il blog Il cavoletto di Bruxelles, di Sigrid Verbert, bravissima foodblogger belga che vive in Italia, nonché autrice di diversi libri di ricette. Trovate qui la sua ricetta. 

L’elemento fondamentale di questa ricetta è il fromage blanc (a volte chiamato fromage frais) cioè un formaggio freschissimo ottenuto subito dopo la cagliata del latte. Purtroppo in Italia non è facilmente reperibile, a volte negli ipermercati si trova con il nome di Quark. Di solito lo prendo a Auchan, ma questa volta non avevo il tempo di andarci, quindi ho dovuto cercare un'alternativa. Rispetto alla ricotta che volendo si potrebbe utilizzare, ha in più un sapore acidulato che è fondamentale per ottenere una torta saporita. Alla fine ho trovato un grosso baratolo (500 gr) che assomigliava a quelli del fromage blanc, si trattava di yogurt greco, a 0% (non ho trovato quello normale !!). Non avevo idea ne del sapore ne della consistenza. Quando l’ho aperto, era quasi identico al fromage blanc solo leggermente più denso e cremoso (il fromage blanc ha la consistenza d'uno yogurt denso), e cosa importante, era acidulato: era fatta! 
                                        

Ma essendo a 0% temevo che potesse compromettere la ricetta, cosi ho sostituito 125 gr con formaggio Philadelfia (che si uso di solito per la cheese cake), per incorporare un poco dei grassi assenti nel yogurt greco a 0%. 

Devo dire che sono molto felice del risultato finale, il sapore corrisponde proprio a quello che ricordavo, anche se per fare una ricetta franco-belga ho dovuto utilizzare formaggio greco e americano ;-)  !!

Ripensandoci ora credo che se avesse sostituito i 500 gr di fromage blanc della ricetta originale per 500 gr di formaggio greco, anche a 0%, avrebbe funzionato lo stesso. Comunque sia, ecco a voi la ricetta.


Tarte au fromage blanc

Per una tortiera di 24 cm

Per la pate brisée:
250 gr farina
125 gr burro
30 gr zucchero
poco latte
estratto di vaniglia alcune gocce
un pizzico di sale

Per la crema di formaggio fresco:
3 uova (dividere tuorli e albumi)
350 gr di yogurt greco
125 gr di formaggio Philadelfia (oppure come nella ricetta originale 500 gr di fromage blanc)
40 gr fecola di mais
100 gr di zucchero
alcune gocce di estratto di vaniglia

Per la pasta brisée:

  • Mescolare farina, zucchero, sale e vaniglia.
  • Sbriciolate il burro un poco morbido tagliato a pezzettini nel composto di farina fino a ottenere delle briciole fini.
  • Aggiungete poco latte, il tanto necessario per poter amalgamare il tutto in una palla. Avvolgere con della pellicola. Mettere in frigo per almeno 30 minuti.
  • In seguito, stendere la pasta brisée con un mattarello e foderare una teglia a bordi alti  di 24 cm di diametro leggermente imburrata. Bucherellare il fondo della pasta e tenerla in frigo.

Per la crema di fromage blanc :
  • Sbattere insieme il formaggio greco il Philadelfia e i tre tuorli d'uovo.
  • Aggiungere lo zucchero, la fecola di mais e l'estratto di vaniglia



  • Montare gli albumi a neve e incorporarli delicatamente al composto di formaggio.
  • Versare l’impasto nella teglia foderata di pâte brisée, e infornare il tutto a 200°C per circa 40 minuti. La torta sarà cotta quando la superficie avrà acquisito il suo tipico colore scuro e che il ripieno si sarà rassodato.
  • Una volta cotta, lasciare riposare per 5 minuti. Poi capovolgere la torta su una griglia circolare per dolci, lasciar raffreddare in questo modo per dieci minuti (permette di mantenere il volume del ripieno e lascia il tipico disegno della grata stampato sulla superficie), poi rigirare e lasciar raffreddare del tutto nella teglia. Servire freddo, da solo o con un coulis di frutta.


Il risultato finale di questa torta mi è piaciuto tantissimo sopratutto l'impasto al formaggio. Devo dire che però la pâte brisée sotto (che conteneva poco più dei 40 gr di zucchero previsti) attenuava in parte il sapore della parte superiore. 

Spero piacerà anche a voi. Provate e lasciatemi i vostri commenti :-))


Bon appétit!!

Cécile



2 commenti:

  1. bellissima ricetta da provare. Ti ho ammirato sabato pomeriggio a Villacidro, complimenti per la tua disponibilità, ti rende una persona ottima, generosa e simpaticissima. Ho apprezzato la tua professinalità e la tua creatività, presto proverò a realizzare la faccina che hai proposto, era bellissima. Un abbraccio
    Gio'

    RispondiElimina